Introduzione a Microsoft Application Insights

di , in Application Insights,

Application Insights è un servizio messo a disposizione da Microsoft per poter analizzare la disponibilità, le prestazioni e le modalità di utilizzo di una applicazione da parte degli utenti. Questo tipo di servizio non è di fatto una novità, ne esistono diversi altri servizi del genere, e vanno solitamente sotto il nome di telemetria. Per questo, nel seguito di questo articolo, quando vorremo far riferimento ai servizi offerti da Application Insights, potremmo anche indicarli con questo nome.

La prima versione di Application Insights è stata rilasciata in preview a fine 2013 su Visual Studio Online e nel 2014 è stata resa disponibile anche su Microsoft Azure.

Quest'ultimo riposizionamento del servizio viene indicato come quello definitivo proprio da Microsoft, infatti per chi sviluppa con Visual Studio 2013 update 3 o con Visual Studio 2015 viene consigliato l'utilizzo della versione su Azure e su questa pagina viene specificatamente detto che in seguito la versione su VSO verrà rimossa.

Essendo di fatto due versioni differenti, e considerata la prima (su VSO) come obsoleta, è chiaro (e viene detto anche un pò su tutte le pagine della documentazione) che questa non sarà più oggetto di attenzioni da parte di Microsoft, per cui anche in questo articolo ci baseremo sulla versione presente su Azure.

Anche questa versione su Azure, così come la precedente, è al momento in preview (per capirci possiamo dire che è una versione beta) il che vuol dire che è ancora in via di perfezionamento, tuttavia le funzionalità già presenti sono sostanzialmente quelle che saranno rese disponibili al momento del rilascio definitivo. Inoltre la nuova versione del portale è stata progettata con in mente l'approccio touch, per cui se lo utilizzate da un tablet o uno schermo touch vi risulterà molto comodo e ben strutturato.

Come avviene normalmente per tutti gli altri servizi in preview, anche questo è disponibile in maniera totalmente gratuita, e al momento non conosciamo l'eventuale costo del servizio una volta che verrà rilasciato in via definitiva.

Precisazione: data la fase di cambiamento in corso, da Visual Studio Online ad Azure, è possibile che alcune informazioni reperite in rete, o sullo stesso sito MSDN di Microsoft, siano di fatto obsolete o ancora da aggiornare, in quanto si riferiscano alla versione su Visual Studio Online, che è in fase di dismissione. Fate quindi sempre attenzione a verificare subito questo dettaglio quando trovate link, post di blog o altri esempi che potrebbero esservi utile se volete approfondire l'argomento. Ricordate che gli esempi per la versione aggiornata sono specificatamente indicati per Azure, mentre quelli precedenti potrebbero far riferimento a Visual Studio Online come la collocazione di default, visto che all'epoca probabilmente non era noto a chi scriveva il post il cambiamento in atto.

Cosa posso fare con Application Insights

Con Application Insights possiamo monitorare in maniera puntuale le nostre applicazioni, con lo scopo di avere maggiori informazioni in merito a:

  • Disponibilità: la disponibilità dell'applicazione viene monitorata in maniera continuativa con l'ausilio di test automatici sulle URL, con esecuzioni a breve distanza (nell'ordine di pochi minuti) e da punti diversi in tutto il mondo;
  • Prestazioni: tramite queste informazioni possiamo comprendere dove ottimizzare le nostre applicazioni, e possiamo anche eseguire operazioni di rilevamento e diagnostica dei problemi e delle eccezioni relativi proprio alle prestazioni;
  • Utilizzo: fare una applicazione e farla bene non basta, è utile (in molti casi direi necessario) sapere come gli utenti usano l'applicazione, in modo da poterla migliorare ulteriormente in termini di usabilità, ma anche per focalizzare gli sforzi sulle funzionalità più apprezzate dagli utenti stessi e da far evolvere.
Contenuti dell'articolo

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Introduzione a Microsoft Application Insights 1010 4
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti