Utilizzare la configurazione di .NET Core nelle Azure Function

di , in Azure Functions,

Le Azure Function sono un servizio della piattaforma Microsoft Azure che permettono di definire piccole funzioni nei più svariati linguaggi e di poter scalare all'infinito, adattandosi automaticamente alle esigenze.

Nel caso del mondo .NET se utilizziamo funzioni per il .NET Framework godiamo della possibilità di usare la classe statica ConfigurationManager, se invece usiamo .NET Core, non esiste nessun membro statico, ma siamo noi a dover sfruttare il sistema builtin nel modo più appropriato, poiché nel caso delle function, non esiste un unico entry point come siamo abituati nei normali applicativi. Nel nostro codice, quindi, è necessario simulare un comportamento di configurazione univoca, utilizzando manualmente il ConfigurationBuilder, come nell'esempio.

public static class ConfigurationUtility
{
    private static readonly Lazy<IConfiguration> _configuration = new Lazy<IConfiguration>(BuildConfiguration);

    public static IConfiguration Configuration => _configuration.Value;

    private static IConfigurationRoot BuildConfiguration()
    {
        var configurationBuilder = new ConfigurationBuilder()
            .AddJsonFile("appsettings.json", optional: true)
            .AddEnvironmentVariables();

        return configurationBuilder.Build();
    }

}

La classe statica dispone di una proprietà in lazy loading che carica la configurazione al primo utilizzo di ConfigurationUtility.Configuration. Possiamo notare che viene aggiunto un provider basato su file json, qualora ne avessimo uno a disposizione, ma, cosa più importante, viene chiamato AddEnvironmentVariables per incorporare le variabili d'ambienti provenienti dal pannello di configurazione delle Azure Function.

Usando una sintassi basata sui due punti possiamo definire in modo flat anche sezioni e strutture ad albero. Nell'esempio la chiave Email:To può essere recuperata come segue.

IConfigurationSection section = ConfigurationUtility.Configuration.GetSection("email");
string to = section["to"];

Così facendo non c'è distinzione nell'approccio alla configurazione, indipendentemente dal linguaggio o dal framework che stiamo utilizzando.

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Utilizzare la configurazione di .NET Core nelle Azure Function (#101)
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti

I più letti di oggi