App vincenti con Azure Mobile Engagement

di , in Mobile,

Il successo di una app mobile parte da una buona idea, un'intuizione che colga le necessità di una serie di utenti. Talvolta si riesce ad avere idee tali da riuscire a scoprire nuove esigenze che gli utenti non avevano mai saputo di avere. Ma molto più spesso si tratta di una lotta per la sopravvivenza.

Su questi fronti sviluppatori professionisti e aziende si cimentano, a volte si fronteggiano, in certi casi vincendo, in altri casi soccombendo. Perchè per quanto la propria idea sia vincente e sia progettata in modo tale da fornire un'ottima esperienza utente, non sempre si riesce a far crescere adeguatamente il proprio bacino di utenza.

Per raggiungere questo obiettivo è necessario disporre di strumenti in grado di fornire informazioni aggiuntive, ad esempio che ci facciano capire quali sono i comportamenti degli utenti quando usano l'app, magari in relazione al proprio luogo di provenienza o alla propria età.

Per questo scopo possiamo ricorrere a Mobile Engagement, uno dei servizi disponibili su Azure, la piattaforma cloud di Microsoft.

Cosa possiamo fare con Mobile Engagement?

Grazie alle potenti funzionalità di raccolta ed analisi dati, Mobile Engagement è in grado di gestire le esigenze più disparate. Con la creazione di dashboard personalizzate Mobile Engagement può aiutare sviluppatori ed aziende a monitorare e comprendere gli indicatori che si vogliono controllare, con un occhio alle performance dell'app stessa, garantendo il miglior ritorno di investimento possibile.

Per chi sviluppa app è importante non avere solo i dati provenienti dallo Store (comunque importanti) sulla quantità di download, provenienza geografica ed altre informazioni relative alla propria app. E' importante infatti anche comprendere come la propria app viene utilizzata, quali funzionalità sono più apprezzate ecc. Integrato con i gateway delle tre piattaforme mobile principali, Azure Mobile Engagement consente di inviare comunicazioni o sondaggi verso le categorie specifiche di utenze che si vuole contattare, con la possibilità di personalizzare il messaggio con dati personali dell'utente o nella sua lingua di residenza.

Le informazioni provenienti dagli utenti stessi ci consentono infatti di realizzare delle segmentazioni della nostra utenza, ovvero categorie di utenza verso cui inviare specifiche notifiche per aumentare la fidelizzazione. Dotato di un sistema di API molto aperto e completo, consente di realizzare in maniera semplice e veloce l'integrazione con tantissimi altri prodotti, siano essi dell'ecosistema Azure o di terze parti.

Realizzato sulle stesse basi degli altri servizi presenti su Azure, Mobile Engagement consente la protezione dei dati degli utenti, in rispetto alle policy locali dei vari paesi.

Da dove partiamo

La prima pagina che possiamo visitare per cominciare a prendere confidenza con questo servizio è la pagina dedicata su Azure. Qui potremo cominciare a comprendere le potenzialità di questo servizio e registrarci sul portale di Azure per le prime sperimentazioni gratuite.

Avendo a disposizione un account su Azure, sia esso di prova o a pagamento, possiamo procedere con la creazione della nostra prima istanza di Mobile Engagement.

5 pagine in totale: 1 2 3 4 5
Contenuti dell'articolo

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

App vincenti con Azure Mobile Engagement 1010 1
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti